Italienische Weisheiten 5


Invecchia presto il beneficio avuto, e non rammenta pi da chi venuto.

Inventare poco, diffondere l'invenzione tutto.

Invitta coppia confidenza e arte.

La barba non fa il filosofo.

La bella gabbia non nutre l'uccello.

La bellezza un bene fragile.

La bellezza porta la sua dote in tasca.

La bestemmia gira gira torna addosso a chi la tira.

La bocca parla di quello che c' nel cuore.

La bocca parla quando il cuore e pieno.

La botte da il vino che ha.

La brutta ferita guarisce, la cattiva reputazione uccide.

La buona cantina fa il buon vino.

La buona mamma fa la buona figlia.

La buona mercanzia si loda da se stessa.

La buona moglie fa il buon marito.

La cagna frettolosa fece i canini ciechi.

La calma la virt dei forti.

La capacit si vede nelle difficolt.

La carestia il pane dell'usuraio.

La carit comincia in famiglia.

La carne migliore quella intorno all'osso.

La carne senz'osso non fa brodo.

La carrucola non frulla, se non unta.

La carta non diventa rossa.

La cattiva erba cresce presto.

La cicala prima canta e poi muore.

La coda la pi lunga da scorticare.

La compassione la figlia dell'amore.

La conscienza rimorde l'uomo triste.

La conscienza vale per mille accusatori e per mille testimoni.

La conscienza vale per mille prove.

La consolazione dei sofferenti di avere dei compagni.

La contentezza viene dalle budella.

La corda troppo tesa si spezza.

La cortesia d sempre ottimo frutto, non costa nulla ma ti acquista tutto.

La cucina picccola fa la casa grande.

La cucina prodiga rende la casa povera.

La cupidigia rompe il sacco.

La dieta ogni mal quieta.

La difficolt sta nell'iniziare.

La diffidenza aguzza gli occhi.

La diffidenza la morte dell'amore.

La diffidenza porta pi avanti della fiducia.

La donna a 15 anni scherza, a 20 brilla, a 25 ama, a 30 brama, a 35 sente, a 40 vuole e a 50 paga.

La donna bisogna praticarla un giorno, un mese e un'estate per sapere che odore sa.

La donna buona vale una corona.

La donna deve avere tre m: matrona in strada, modesta in chiesa, massaia in casa.

La donna e l'orto vogliono un sol padrone.

La donna ha pi capricci che ricci.

La donna oziosa non pu essere virtuosa.

La donna per piccola che sia, vince il diavolo in furberia.

La donna pi sciocca vale due uomini.

La donna troppo in vista, di facile conquista.

La fame caccia il lupo dal bosco.

La fame caccia il lupo dalla tana.

La fame condisce tutte le vivande.

La fame cattiva consigliera.

La fame il miglior condimento.

La fame il miglior cuoco che si sia.

La fame muta le fave in mandorle.

La fame non conosce legge.

La fame non vede la muffa nel pane.

La fame spinge il lupo nel villaggio.

La fame, gran maestra, anche le bestie addestra.

La farina del diavolo va tutta in crusca.

La fedelt non mai rimeritata abbastanza, e l'infedelt mai abbastanza.

La femmina cosa mobile per natura.

La fine corona / loda l'opera.

La fine del riso il pianto.

La fine della passione il principio del pentimento.

La fortuna aiuta gli audaci.

La fortuna aiuta i pazzi.

La fortuna del savio ha per figliola la modestia.

La fortuna cieca.

La fortuna di vetro: risplende ma fragile.

La fortuna non vuol fare anticamera.

La fortuna sale e scende anche in man' di chi la prende.

La fortuna sorride agli audaci.

La fortuna va afferrata pei capelli.

La forza senza unione non giova ad alcuna nazione.

La fretta fa rompere la pentola.

la furia non fu mai buona.

La gabbia d'oro non sazia l'uccello.

La galina nera fa l'uovo bianco.

La gallina del vicino sembra un fagiano.

La gatta frettolosa fece i gattini ciechi.

La gatta grassa fa onore alla casa.

La gatta non s'accosta alla pentola che bolle.

La gatta vorrebbe mangiar pesci, ma non pescare.

La gatta, mette il piede davanti alla vacca.

La gelosia della moglie la via al suo divorzio.

La gelosia dura come l'inferno.

La gelosia il peggiore di tutti i mali.

La gelosia una passione che cerca avidamente quel che tormenta.

La generosit un muro che non si pu alzare pi alto di quello che arrivano i materiali.

La gente in case di vetro non dovrebbe gettare le pietre.

La gente ricca alleva male i suoi cani, e la gente povera i suoi figlioli.

La gente savia non si cura di quel che non pu avere.

La giovent una bellezza da s.

La giovent fugge, e la bellezza sfiorisce.

La giovent vuol fare il suo corso.

La guerra dolce per coloro che la vedono da lontano.

La lealt se ne andata dal mondo e la dirittura si messa a dormire.

La lega fa forte i deboli.

La lepre mal si piglia al suono di tamburo.

La lepre sta volentieri dove nata.

La liberalit un muro che non si deve rizzare pi alto di quello che comportino i materiali.

La liberalit non sta nel dar molto, ma saggiamente.

La liberalit non sta nel dare molto, ma saggiamente.

La libert del povero di lasciarlo mendicare.

La libert da Dio; le libert, dal diavolo.

La libert pi cara degli occhi e della vita.

La libert fila con le sue mani il filo della sua tenda.

La lingua batte dove il dente duole.

La lingua non ha osso e sa rompere il dosso.

La lingua non ha osso, ma rompe (pure) il dosso.

La lingua non ha osso, ma rompe l'osso.

La lingua spagnola la pi amabile; quando il diavolo tent Eva, le parlo in spagnolo.

La lode giova al savio e al matto nuoce.

La lode propria puzza, quella degli amici zoppica.

La lode propria puzza.

La Lombardia il giardino del mondo.

La lontaneza come il vento e il fuoco, spegne l'amore solo quando poco.

La luna di gennaio la luna del vino.

La luna bugiarda: quando fa la C diminuisce, e quando fa la D cresce.

La luna non cura l'abbaiar dei cani.

La luna regge il lume ai ladri.

La luna, se non riscalda, illumina.

La madre degli imbecilli sempre incinta.

La madre dei fessi sempre incinta.

La madre del peggio sempre incinta.

La madre pietosa fa la filgia tignosa.

La maggior gioia di chi vince di perdonare al vinto.

La magnificenza spesso copre la povert.

La mala erba non muore mai.

La mala nuova la porta il vento.

La malerba cresce presto.

La mal'erba cresce presto.

La mal'erba non si spegne mai.

La malinconia e le cure fanno invecchiare anzitempo.

La man savia non fa tutto quel che dice la lingua sciocca.

La mano che d, raccolgie in quantit.

La mano che pi scaltra, si fa lavar dall'altra.

La mano destra non deve sapere il bene che fa la sinistra.

La mela non cade lontano dall'albero.

La met pi dell'intero.

La miglior difesa l'attacco.

La miglior salsa l'appetito.

La minestra da gettare, se a pi cuochi si fa fare.

La minestra lunga sa di fumo.

La modestia il dattero che matura raramente sull'albero della ricchezza.

La modestia madre d'ogni creanza.

La moglie, lo schioppo e il cane non si prestano a nessuno.

La morte batte con uguale pi alle porte dei poveri e dei r.

La morte delle pecore la fortuna dei cani.

La morte un sonno senza ogni.

La morte pareggia tutte le partite.

La musica gioia sonora che molte tristezze rincuora.

La nave pi sicura con due ancore che con una sola.

La necessit aguzza l'ingegno.

La necessit conduce a Dio.

La necessit madre dell'invenzione.

La necessit virt.

La neve si strugge e le immondezze si scoprono.

La notte fatta per gli allocchi.

La notte porta consiglio.

La padella dice al paiuolo: fatti in l che mi tingi.

La pancia del buongustaio il cimitero dei cibi buoni.

La parola del ricco simile al sole, e quella del povero simile al vapore.

La parola d'argento, il silenzio d'oro.

La patria dove si ha del bene.

La paura fa i passi lunghi.

La paura ingrossa il pericolo.

La pazienza la virt dei forti.

La pazienza una buon'erba, ma non nasce in tutti gli orti.

La pazienza vince en tute le guerre.

La pecora che pi bela, d meno / ha manco latte.

La pecora che se ne va sola, il lupo la mangia.

La peggio ruota quella che stride.

La peggior carne da conoscere quella dell'uomo.

La peggior rota quella che stride.

La penitenza corre dietro al peccato.

La pentola vuota quella che sona.

La pera marcia infesta le altre della cesta.

La pianta si conosce dal frutto.

La pigrizia la chiave della povert.

La pittura una poesia tacita, e la poesia una pittura loquace.

La pi cattiva ruota del carro sempre pi cigola.

La pi gloriosa vittoria vincere s stesso.

La polenta utile per quattro cose: serve da minestra, serve da pane, sazia e scalda le mani.

La povert priva di molte cose, l'avarizia di tutte.

La povert priva di molte cose, l'avarizia priva di tutto.

La povert un peso, la vecchiezza un ospite importuno.

La pratica val pi della grammatica.

La prima acqua quella che bagna.

La prima carit comincia da s (stesso).

La prima eredit al primo figlio, l'ultima eredit all'ultimo figlio.

La probit la miglior politica.

La provvidenza quel che toglie rende.

La prudenza non mai troppa.

La pulce che esce di dietro l'orecchio con il diavolo si consiglia.

La puttana e la lattuga una stagione dura.

La quercia cresce da piccola ghianda.

La rana usa ai pantani, se non ci va oggi ci andr domani.

La rana non morde, perch non ha denti.

La rana, o salta o piscia, ma mai non sbrana.

La razza comincia dalla bocca.

La risposta dolce calma il furore, ma la parola dura eccita l'ira.

La roba dei pazzi la prima ad andarsene.

La roba di mal acquisto se la porta il vento.

La ruggine mangia il ferro.

La ruota della fortuna gira.

La ruota della fortuna non sempre una.

La sabia granello a granello pu fare incagliare un vascello.

La saeta non cade in luoghi bassi.

La salute val pi della ricchezza.

La sapienza figliola dell'esperienza.

La sapienza no sta nella barba: i peli non pensano.

La scienza pazzia se senno non la governa.

La scimmia sempre scimmia, anche vestita di seta.

La scimmia sempre scimmia, anco vestita di seta.

La scorza fa bella la castagna.

La sera leoni e la mattina coglioni.

La sorte come uno se la fa.

La speranza cattivo denaro.

La speranza il pan dei miseri.

La speranza il pane dei poveri.

La speranza il patrimonio dei poveri.

La speranza il sogno dell'uomo desto.

La speranza la miglior consolazione nella miseria.

La speranza la miglior musica del dolore.

La speranza la nutrice dei pensieri.

La speranza la ricchezza dei poveri.

La speranza l'ultima a morire.

La speranza sempre verde.

La speranza un balsamo per i cuor piagati.

La speranza un sogno nella veglia.

La speranza una buona colazione, ma una cattiva cena.

La speranza infonde coraggio anche al codardo.

La speranza ingrandisce, l'esperienza rimpicciolisce.

La stolta cupidigia apprezza e vede non ci ch' suo, ma quel che altrui possiede.

La strada dell'inferno lastricata di buone intenzioni.

La superbia and a cavallo e torn a piedi.

La superbia figlia dell'ignoranza.

La superbia mostra l'ignoranza.

La superbia va a cavallo e torna a piedi.

La sventura fa conoscere l'amico.

La tempesta che rugge e fa paura, quando si placa, lascia l'aria pura.

La troppa familiarit toglie riverenza.

La troppa umilt vien dalla superbia.

La tua mano sinistra non sappia quelle che fa la destra.

La vanagloria un fiore che mai non porta frutta.

La vecchiaia una grave soma.

La vecchiaia una malatia da cui non si guarisce.

La vecchiaia fa perder le voglie.

La vendeta un piato da mangiar freddo.

La vendetta di Dio non piomba in fretta.

La vera libert non servire al vizio.

La vera ricchezza accontentarsi.

La verit figlia del tempo.

La verit madre dell'odio.

La verit nel vino.

La verit genera odio.

La verit non ha bisogno di fronzoli retorici.

La verit pu languire, ma non perire.

La verit vien sempre a galla.

La verit viene a galla come l'olio.

La verit viene sempre a galla.

La veste copre gran difetti.

La via dell'inferno lastricata di buone intenzioni.

La vipera morta non morde seno, ma pure fa male coll'odor del veleno.

La virt premio a se stessa.

La virt sta nel mezzo.

La vita dell'uomo su questa terra altro non che una continua guerra.

La vita breve e l'arte lunga.

La vita gi mezzo trascorsa anzich si sappia che cosa sia.

La volpe in vicinato non fa mai danno.

La volpe perde il pelo, ma il vizio mai.

La volpe perde il pelo, ma non il vizio.

La volpe scaltrita sa pi d'una uscita.

La volpe si conosce dalla coda.

La zizzania cresce ovunque.

L'abbaiare dei cani non arriva in cielo.

L'abbondanza non lascia dormire il ricco.

L'abete che fa ombra crede di fare frutti.

L'abete cresce in altezza, ma la felce cresce in larghezza.

L'abisso chiama l'abisso.

L'abito non fa il monaco.

L'abitudine una seconda natura.

L'abondanza genera fastidio.

L'abuso insegna il vero uso.

L'acqua cheta rovina i ponti.

L'acqua corre al mare.

L'acqua corrente non si corrompe mai.

L'acqua di maggio inganna il villano: par che non piova e si bagna il gabbano.

L'acqua e il fuoco sono buoni servitori, ma cattivi padroni.

L'acqua fa l'orto.

L'acqua fa male e il vino fa cantare.

L'acqua fa marcire i pali.

Lacrime di donne, fontana di malizia.

Ladro che sa il mestiere, non batte il suo quartiere.

L'albero pecca e la foglia si secca.

L'albero si conosce dal frutto.

L'allegria di ogni male il rimedio universale.

L'allegria d'ogni male il rimedio universale.

L'allegria ogni mal la caccia via.

L'allegria prolunga la vita, medicando qualunque ferita.

L'allodola vola in alto, ma fa il suo nido in terra.

L'altezza mezza bellezza.

L'ambizione e la vendetta muoiono sempre di fame.

L'ambizione nemica della ragione.

Lamentarsi, supplicare e bere acqua lecito a tutti.

L'amico certo si conosce nell'incerto.

L'amor comincia con suoni e canti e poi finisce con sospiri e pianti.

L'amor pazzo e cieco.

L'amor privo d'amaro sempre molto raro.

L'amore di carnevale muore in quaresima.

L'amore dinanzi ha il miele, e di dietro si attacca il fiele.

L'amore cieco, ma vede lontano.

L'amore cieco.

L'amore fecondo di miele e di fiele.

L'amore il pi tenace dei malanni, pu durare dai dieci ai novant'anni.

L'amore fa passare il tempo e il tempo fa passare l'amore.

L'amore non bello se non litigarello.

L'amore non si misura a metri.

L'amore passa dentro la cruna di un ago.

L'amore quanto pi bestia, tanto pi sublime.

L'amore scalda il cuore e l'ira fa il poeta.

L'amore senza baci pane senza sale.

L'animo fa il nobile e non il sangue.

L'anno produce il raccolto, non il campo.

L'apparenza inganna.

L'appetito non vuol salsa.

L'appetito vien mangiando.

L'aquila non piglia mosche.

L'arancia la mattina oro, il giorno argento, la sera piombo.

L'arco si rompe se sta troppo teso.

L'arcobaleno la mattina bagna il becco della gallina; l'arcobaleno la sera buon tempo mena.

Larga la foglia, stretta la via dite la vostra che ho detto la mia.

Largo di bocca, stretto di mano.

L'arte consiste nel nasconder l'arte.

L'arte non ha maggior nemico dell'ignorante.

L'arte non ha maggior nemico dell'ignoranza.

L'arte vera sa elevare la materia pi volgare.

L'asino dov' cascato una volta, non ci casca pi.

L'asino e il mulattiere non hanno lo stesso pensiero.

L'asino e il mutattiero non hanno lo stesso pensiero.

L'asino non conosce la coda, se non quando non l'ha pi.

L'asino, quando ha mangiato la biada, tira calci al corbello.

L'assai basta e il troppo guasta.

L'assenza nemico d'amore.

Latte e vino, tossico fino.

Latte su vino veleno, ma vino su latte buono dopo morto.

L'avaro come il porco, che bono dopo morto.

L'avaro come l'idropico: quanto pi beve, pi ha sete.

L'avaro procuratore dei suoi beni, non signor.

L'avaro lascia eredi ridenti.

L'avaro non dorme.

L'avaro non possiede l'oro, ma posseduto dall'oro.

L'avaro non vive, vegeta.

Lavora come se avessi a campare ognora, adora come avessi a morire allora.

Lavoro iniziato per met fatto.

Lavoro non ingrass mai bue.

L'avversit che fiacca i cuori deboli, ingagliardisce le anime forti.

Le azioni gridano pi forte delle parole.

Le belle penne fanno il bell'uccello.

Le belle penne rendono bello l'uccello.

Le bellezze durano fino alle porte, la bont fino alla morte.

Le bellezze non si mangiano.

Le bestie vanno trattate da bestie.

Le braccia e le mani del povero appartengono al ricco.

Le bugie hanno le gambe corte.

Le bugie sono lo scudo degli uomini dappoco.

Le buone parole trovano buon luogo.

Le cattive compagnie conducono l'uomo alla forca.

Le cattive nuove sono le prime ad arrivare.

Le cattive nuove volano.

Le chiacchiere non fanno farina.

Le colombe che rimangono in colombaia, sono sicure dal nibbio.

Le cose ignote fanno pi paura che le conosciute.

Le cose lunghe diventano serpi.

Le cose lunghe prendono vizio.

Le disgrazie non vengono mai sole.

Le disgrazie sono come le ciliegie: una tira l'altra.

Le dita della mano sono disuguali.

Le dita della manon non sono uguali.

Le donne hanno lunghi capelli e corti cervelli.

Le donne hanno lunghi i capelli e corti i cervelli.

Le donne hanno quattro malattie all'anno, e tre mesi dura ogni malanno.

Le donne hanno sette anime... e mezza.

Le donne ne sanno una pi del diavolo.

Le donne piglian bene le pulci.

Le ferite d'amore non le pu sanare che chi le ha fatte.

Le galline fanno l'uova dal becco.

Le lacrime sono le armi delle donne.

Le legge in guerra sono costrette a tacere.

Le legge si volgono dove i re vogliono.

Le leghe e le corde fradice non durano a lungo.

Le malattie ci dicono quel che siamo.

Le male nuove son sempre vere.

Le montagne stanno ferme, gli uomini s'incontrano.

Le offese si scrivono nel marmo, i benefizi tosto si dimenticano.

Le ore del mattino hanno l'oro in bocca.

Le ore della mattina / del matino hanno l'oro in bocca.

Le pappe riscaldate non sono mai buone come la prima volta.

Le parole legano gli uomini, e le funi le corna ai buoi.

Le parole non empiono il sacco.

Le parole son nani petulanti, gli esempi invece, solidi giganti.

Le parole sono come le ciliegie; l'una tira l'altra.

Le parole sono femmine e i fatti sono maschi.

Le parole volano, gli scritti rimangono.

Le parole volano, quel ch' scritto rimane.

Le piante che fruttano troppo presto, si seccano.

Le querce non fanno limoni.

Le ragazze sono d'oro, le sposate d'argento, le vedove di rame e le vecchie di latta.

Le rane han perso la coda perch non seppero chiedere aiuto.

Le rose cascano, le spine restano.

Le spezierie migliori stanno ne'saccetti piccoli.

Le teste di legno fan sempre del chiasso.

Le Trentine vengono gi pollastre e se ne vanno s galline.

Le vie del Signore sono infinite.

Le vie della provvidenza sono infinite.

Lecca la mano il cane a chi gli d del pane.

L'eccelse ed umili porte batte ugualmente la morte.

L'eccesso degli obblighi pu fare perdere un amico.

L'eccesso della gioia divien tristezza, e l'eccesso del vino ubriachezza.

L'eccezione conferma la regola.

L'eclissi di sole avviene di giorno e non di notte.

L'edera taciturna si arrampica in cima alla quercia.

Lega il sacco quantunque non sia pieno.

Leggere e non capire stare a letto senza dormire.

Leggere e non intendere come cacciar e non prendere.

L'elefante non acchiappa il topo.

L'elefante non cura il morso delle pulci.

L'elefante non sente il morso della pulce.

L'elemosina non fa impoverire.

L'elemosina rende a chi donna e a chi prende.

L'eloquenza del cattivo falso acume.

L'Epifania tutte le feste porta via.

L'erba che non voglio, cresce nell'orto.

L'erba del vicino sempre pi alta / verde.

L'erba del vicino sempre pi verde.

L'erba non cresce sulla strada maestra.

L'erba voglio non cresce nemmeno nel giardino del re.

L'eredit paterna ai paterni, la materna ai materni.

L'errare dell'uomo.

L'errore che si confessa mezzo rimediato.

L'errore umano, il perdono divino.

L'errore un cocchiere che conduce sopra una falsa strada.

L'esercizio buon maestro.

L'esperienza una scuola costosa, ma la sola che insegna qualcosa.

L'esperienza nel mondo conduce alla diffidenza, la diffidenza conduce al sospetto, il sospetto all'astuzia, l'astuzia alla malvagit e la malvagit a tutto.

L'esperienza senza il sapere meglio che il sapere senza sapienza.

L'essere sta nell'avere.

L'estate ce la porta sant'Urbano e l'autunno san Bartolomeo.

L'estate davanti e l'inverno dietro.

L'estate di San Martino dura tre giorni e un pochinino.

L'estate una schiava, l'inverno un padrone.

L'estate per chi lavora, l'inverno per chi dorme.

L'estate per il povero migliore dell'inverno.

L'eternit una compera lunga.

L'eternit non ha capelli grigi.

L'eterno parlatore n ode n impara.

L'ezercizio un buon maestro.

L'ezercizio fa maestro.

Li miricule de la fratta quand' bbun quand s'ha fatt; quand per si fa li ficure schiaffete n'gul .

L'idolo si adora finch non infranto.

L'ignorante ha le ali di un'aquila e gli occhi di un gufo.

L'ignoranza della legge non scusa.

L'impossibile neppure a Dio.

L'inchiostro il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna, il mio aratro; le parole, la mia semente.

L'inchiostro nero, e tinge le dita e la reputazione.

L'infermo mentre spira sempre spera.

L'infermo, per guarir, tutto promette ma torna a fare a modo suo, fuori del letto.

L'inferno e i tribunali son sempre aperti.

L'inganno cade sull'ingannatore.

L'inganno va a casa dell'ingannatore.

L'ingegno viene con gli anni, e se ne va con gli anni.

L'ingratitudine converte in ghiaccio il caldo sangue.

L'ingratitudine la mano sinistra dell'egoismo.

L'ingratitudine un'amara radice da cui crescono amari frutti.

L'ingratitudine nuoce anche a chi non reo.

L'ingratitudine taglia i nervi al beneficio.

Lingua cheta e fatti parlanti.

Lingua lunga, mano corta.

L'iniziativa della giovinezza vale quanto l'esperienza dei vecchi.

L'intelletto nella testa e non negli anni.

L'intelletto non viene mai prima degli anni.

L'inverno al fuoco e l'estate all'ombra.

L'invidia annessa alla felicit.

L'invidia un gufo che non pu sopportare la luce della prosperit degli altri.

L'invidia una bestia che rode le proprie gambe, quando non ha altro da rodere.

L'invidia non muore mai.

L'invidia somiglia alla gramigna, che mai non muore, e da per tutto alligna.

L'ipocrisia intasca il denaro, e la verit va mendica.

L'ira senza forza vana.

L'ira senza forza non vale una scorza.

L'ira senza forza, non vale una scorza.

L'ira turba la mente e accieca la ragione.

<<< operone >>>

DEUTSCH
001 002 003 004 005 006 007 008 009 010 011 012 013 014 015 016 017 018 019 020 021 022 023 024 025 026 027 028 029 030 031 032 033 034 035 036 037 038 039 040 041 042 043 044 045 046 047 048 049 050 051 052 053 054 055 056 057 058 059 060 061 062 063 064 065 066 067 068 069 070 071 072 073 074 075 076 077 078 079 080 081 082 083 084 085 086 087 088 089 090 091 092 093 094 095 096 097 098 099 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587 588 589 590 591 592 593 594 595 596 597 598 599
ENGLISCH
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20
FRANZÖSISCH
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49
ITALIENISCH
1 2 3 4
LATEINISCH
1 2 3 4
PORTUGIESISCH
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20
SPANISCH
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10